Aniem Piemonte | TORINO – LIONE: CONTROLLO DEI MATERIALI NEI CANTIERI SUL VERSANTE ITALIANO
16539
post-template-default,single,single-post,postid-16539,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-9.2,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive
 

TORINO – LIONE: CONTROLLO DEI MATERIALI NEI CANTIERI SUL VERSANTE ITALIANO

TORINO – LIONE: CONTROLLO DEI MATERIALI NEI CANTIERI SUL VERSANTE ITALIANO

Il 14 marzo ANIEM Piemonte ha incontrato i vertici di TELT insieme all’ALIG, Associazione Laboratori di ingegneria e geotecnica, per affrontare il tema del controllo dei materiali da costruzione nei cantierisul versante italiano della nuova linea transfrontaliera Torino-Lione.

La questione è inerente all’applicabilità della normativa italiana, dal momento che l’esecuzione dei contratti per la TELT si attiene invece al diritto francese.

Infatti, ai sensi del Codice degli Appalti e delle Nuove Norme Tecniche in vigore in Italia, gli accertamenti di laboratorio sono obbligatoriamente disposti dalla direzione lavori e dal collaudatore, e, oltre a dover essere previsti in progetto fra le somme a disposizione dell’amministrazione appaltante,  non possono essere soggette a ribasso ai sensi del Codice degli appalti, in quanto assimilabili ai costi per la sicurezza, a carico della Stazione Appaltante (cfr. Codice degli Appalti – D. Lgs. 18 aprile 2016 n. 50, art. 111 comma 1-ter).

Il Direttore Generale di TELT, ing. Maurizio Bufalini, ha risposto al tema sollevato dalle due associazioni proponendo, per i cantieri lato Italia, di inserire tale prescrizione normativa come specifica tecnica all’interno dei capitolati tecnici che faranno parte del corpus documentale dei futuri bandi di gara per le Direzioni Lavori.

Le Associazioni provvederanno a indicare in un documento specifico i punti che devono essere inseriti nei capitolati tecnici di progettazione ed esecuzione.

Condividi sui tuoi social!
No Comments

Post A Comment