Aniem Piemonte | INCONTRO ANIEM PIEMONTE – MONTANARI: IL PIANO DI SVILUPPO DELLA CITTÀ AL TAVOLO DELLA FILIERA DELLE COSTRUZIONI
16494
post-template-default,single,single-post,postid-16494,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-9.2,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive
 

INCONTRO ANIEM PIEMONTE – MONTANARI: IL PIANO DI SVILUPPO DELLA CITTÀ AL TAVOLO DELLA FILIERA DELLE COSTRUZIONI

INCONTRO ANIEM PIEMONTE – MONTANARI: IL PIANO DI SVILUPPO DELLA CITTÀ AL TAVOLO DELLA FILIERA DELLE COSTRUZIONI

Il Presidente Aniem Marco Razzetti chiede un tavolo di concertazione trasversale per migliorare l’occupazione e l’imprenditoria

Torino, 12 Marzo 2018 –  Giovedì 15 marzo, alle 18.00 al Polo del ‘900 di Torino, l’associazione di categoria delle imprese edili Aniem Piemonte incontra il Vicesindaco e Assessore all’Urbanistica della Città di Torino Guido Montanari in occasione del convegno “Agenda Urbanistica per la Torino di Domani“. L’incontro è stato organizzato nell’ambito delle consultazioni dell’Assessore con gli stakeholder della città per illustrare alla filiera piemontese delle costruzioni il piano di sviluppo urbano e per condividere le linee guida della Torino di domani.

Il convegno sarà occasione per riflettere sulle prospettive strategiche e sulla nuova visione urbana della Città di Torino, nell’ambito del più ampio tavolo di confronto dell’amministrazione torinese con i professionisti del settore, al fine di far emergere potenzialità e opportunità del nuovo piano di sviluppo, oltre ad eventuali criticità, a partire dal dibattito con gli esperti del settore.

Ad aprire l’appuntamento il Presidente di Aniem Piemonte Marco Razzetti, che condurrà un dialogo aperto sul contributo della filiera piemontese delle costruzioni al rilancio del territorio, proponendo un tavolo comune tra tutte le associazioni e le istituzioni locali per condividere ed ipotizzare un percorso di sviluppo economico di Torino e del Piemonte attraverso la concertazione, con obiettivi trasversali di occupazione e imprenditoria.

Oltre alle misure di richiamo per l’economia, come gli incentivi di riduzione degli oneri di urbanizzazione e il tema centrale del lavoro, particolare attenzione sarà rivolta ai sette punti strategici contenuti nella revisione del Piano Regolatore Generale della Città, al fine di comprendere quali aree saranno oggetto di investimento a livello strategico.

Un argomento che pone al centro del dibattito un tema di forte richiamo, più volte evocato dagli esperti del settore, che riguarda il riutizzo del territorio in termini di sostenibilità ambientale e di rigenerazione urbana, considerata una vera sfida per il futuro.

“Un incontro atteso dall’intera filiera delle costruzioni piemontese – dichiara il Presidente di Aniem Piemonte Marco Razzetti – in particolar modo per ciò che concerne la revisione del Piano Regolatore Generale, che può diventare un’opportunità per la riqualificazione di alcune aree della Città. Riteniamo che il settore dell’edilizia possa portare un contributo importante al rilancio del tessuto imprenditoriale locale e allo sviluppo del territorio: chiediamo perciò che si crei un tavolo di dialogo a cui far sedere tutte le associazioni e le istituzioni e al quale lavorare in vera sinergia. Abbiamo proposte importanti da condividere, che puntano a migliorare la qualità degli edifici in termini progettuali e costruttivi, pensando a modalità abitative che tengano conto dei mutamenti sociali in atto. Dal nuovo piano di sviluppo della Città – prosegue Marco Razzetti – ci aspettiamo una spinta in favore di interventi in aree compromesse, anche attraverso il metodo della demolizione e ricostruzione, che permette di sostituire edifici fatiscenti ed energivori, con standard energetici e tecnologie più moderne, incentivando la riqualificazione del patrimonio immobiliare italiano, sempre più vecchio e insicuro”

Condividi sui tuoi social!
No Comments

Post A Comment