Aniem Piemonte | ELEZIONI POLITICHE 2018: IL MANIFESTO DELLA FILIERA DELLE COSTRUZIONI
16446
post-template-default,single,single-post,postid-16446,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-9.2,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive
 

ELEZIONI POLITICHE 2018: IL MANIFESTO DELLA FILIERA DELLE COSTRUZIONI

In vista delle elezioni politiche 2018 Aniem, con l’intera filiera delle costruzioni, ha presentato a Roma il “Manifesto delle Costruzioni” rivolto alle forze politiche in campo.

Dieci i punti strategici in termini di criticità e di misure proposte dal Manifesto, volto a fornire ai nuovi decisori politici un focus sul mondo delle costruzioni per il rilancio del settore. A partire dal tema delle infrastrutture con gli eccessivi oneri burocratici che impediscono alle imprese di operare, al Codice degli appalti che dopo quasi due anni dall’entrata in vigore, non è ancora riuscito ad imprimere il cambio di passo atteso nel settore edile, fino al tema centrale del lavoro, che vede il costo per l’edilizia più alto di tutti gli altri settori industriali a parità di prestazioni, oltre al tema della sicurezza dei lavoratori nei cantieri.

All’interno del documento ampio spazio è inoltre dedicato al tema della sostenibilità e della rigenerazione urbana, considerata la vera sfida per il futuro del Paese. Diversi gli interventi necessari a favorire il recupero delle aree degradate e ad incentivare la riqualificazione del patrimonio immobiliare italiano, ormai vecchio e insicuro, soprattutto attraverso il metodo della demolizione e ricostruzione che permette di sostituire edifici fatiscenti ed energivori, con standard energetici e tecnologie più moderne.

Per scaricare  il “Manifesto della filiera delle costruzioni” clicca qui

 

 

 

Condividi sui tuoi social!
No Comments

Post A Comment