Aniem Piemonte | 18 PMI PIEMONTESI PRONTE PER LE GARE DELLA TORINO LIONE GRAZIE ALL’ACCORDO QUADRO CON ANIEM PIEMONTE
16282
post-template-default,single,single-post,postid-16282,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-9.2,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive
 

18 PMI PIEMONTESI PRONTE PER LE GARE DELLA TORINO LIONE GRAZIE ALL’ACCORDO QUADRO CON ANIEM PIEMONTE

18 PMI PIEMONTESI PRONTE PER LE GARE DELLA TORINO LIONE GRAZIE ALL’ACCORDO QUADRO CON ANIEM PIEMONTE

Sono già 18 le imprese piemontesi – tra le quali 2 consorzi che riuniscono circa 30 aziende e una società di consulenza composta da 19 soggetti del territorio piemontese – che hanno sottoscritto l’accordo quadro con ANIEM Piemonte finalizzato all’accesso delle PMI locali in forma aggregata ai bandi di gara per la realizzazione delle grandi opere, in particolare per i lavori della sezione transfrontaliera della linea ferroviaria TorinoLione. 

Undici delle diciotto imprese provengono dal settore edile e parteciparanno alle gare attraverso lo strumento della conosorziazione con un partner di rilievo nazionale come COSEAM Italia.  A queste si aggiungono sette società di servizi di ingegneria e architettura e gli studi professionali, per le quali è stato messo a punto un accordo quadro ad hoc, anch’esso finalizzato alla partecipazione alle gare d’appalto indette da TELT, il soggetto promotore della realizzazione e della gestione della sezione transfrontaliera della futura linea ferroviaria merci e passeggeri Torino-Lione.

«Crediamo fortemente nell’aggregazione come strumento per uscire da questi anni difficili – sottolinea il Presidente di Aniem Piemonte Marco Razzetti soprattutto nell’attuale contesto di lento ma progressivo miglioramento economico. La realizzazione della Torino-Lione rappresenta un’occasione di sviluppo importante per le aziende, grazie all’attivazione da parte di TELT di bandi di pezzatura media e medio-piccola rivolti direttamente al sistema delle PMI. Si tratta per lo più di attività di edilizia e lavori civili, che fanno gola a tutte le aziende, siano esse locali, nazionali o straniere: per questo motivo Aniem Piemonte ha ritenuto doveroso mettere in campo uno strumento che potesse favorire le eccellenze del territorio, certamente avantaggiate rispetto ai competitor dal punto di vista logistico e della conoscenza dei luoghi. Inoltre, rappresentando per la prima volta imprese, studi di ingegneria e laboratori, Aniem Piemonte intende enfatizzare l’interesse pubblico in merito alla necessità di investire nei controlli di qualità e di processo già durante l’esecuzione dei lavori così da verificare immediatamente la rispondenza dei materiali e delle opere ai capitolati d’appalto».

L’accordo tra Aniem Piemonte e le imprese prevede la creazione di un albo dei fornitori e la sottoscrizione di un codice etico vincolante come strumento di filtro al fine di garantire la legalità e la trasparenza delle imprese.

Per le aziende l’accordo rappresenta lo strumento operativo per cogliere le opportunità di lavoro offerte dalle grandi opere; in particolare per essere sempre informati e assistiti da una struttura organizzata che mette a disposizione delle PMI le informazioni, le competenze, le attestazioni SOA e la struttura economico finanziaria del COSEAM Italia.

Nella pratica l’accordo quadro mette a disposizione delle imprese un ufficio che raccoglie e veicola le informazioni sui bandi di gara, le novità, l’andamento dell’opera, le aggiudicazioni e si fa portavoce di qualsiasi problematica da sottoporre alle stazioni appaltanti. La garanzia per le aziende interessate è la partecipazione a tutti i bandi di gara mediante raggruppamenti orizzontali e verticali per ogni singola gara.

Viene inoltre garantita un’assistenza giuridico-legale (i bandi saranno di diritto francese, con foro competente Grenoble), un regolamento che favorisce l’aggregazione tra le aziende e nello stesso tempo garantisce il principio di alternanza alla partecipazione delle gare. Inoltre, il regolamento non vincola la partecipazione diretta delle singole aziende ai bandi.

Torino, 25 ottobre 2017

Condividi sui tuoi social!
No Comments

Post A Comment